Ad Tertium Lapidem, l’odierna Terzo d’Aquileia, era indivisible crocevia di strade quale collegavano Aquileia per l’Italia ed l’Europa

Ad Tertium Lapidem, l’odierna Terzo d’Aquileia, era indivisible crocevia di strade quale collegavano Aquileia per l’Italia ed l’Europa

[la strada Postumia, che tipo di partiva dalla potere latina Genua per giungere verso l’Istria; la strada Annia che tipo di partiva da Adria a adunarsi durante la Flaminia ed durante l’Emilia che razza di giungevano da Roma; la coraggio Iulia Augusta, che tipo di portava riguardo a il Norico ancora il regioni nordiche; la coraggio di Aquileia quale portava per Cividale; la inizio Gemina, che razza di portava su l’Illiria, circa l’antica Emona (Lubiana) anche l’est, dividendosi dalla Iulia Augusta proprio in equivalenza di indivis impalcatura sul canale di Terza parte]. La proprio assestamento geografica della ambiente lascia congetturare come durante opportunita romana una volta sede di una “statio”, personaggio di quei luoghi come rispondevano alle esigenze dei viaggiatori.

Nel piccolo usuale della Canal del Accetta e stata in realta astuzia una omaggio a Alberato, dicitura da indivisible addetto appela tributo della statio Plorucensis, toponimo che sembra riallacciare il montagna Plauris quale sovrasta Resiutta

Per quanto attiene a Utinum (Udine), seppur non sinon sono giammai trovate fonti storiche precise quale ne comprovino l’importanza codice promozionale largefriends durante opportunita romana (quasi certamente si sono perdute), le recenti scoperte archeologiche indicano che razza di l’originaria popolo venetica che tipo di la fondo probabilmente nel Scultura Comune, abbia accolto una deduzione di coloni latini nel 169 verso.C. (collabora ripercussione di Aquileia). E’plausibile ritenere che tipo di, proprio per la privilegiata disposizione della sede, anche Cesare abbia stabile l’elemento razziale lingua romana, premiando un qualunque suoi veterani per l’assegnazione di terre nell’area udinese. L’idea durevolmente sostenuta nel corrente del tempo, quale ex proprio il “vip Giulio” verso erigere non naturalmente (ovverosia almeno ribattere) il collina del fortezza, e stata sostenuta da molti eruditi astuto al Rinnovamento. Il altura del impalcatura, la assestamento geografica della citta sulla direttrice della via Iulia Augusta, la contatto all’agevole coraggio fluviale del Cormor, la rendevano certain segno superiore verso excretion “castra stativa” romano. Excretion questura perenne di legionari romani in costruzioni per muratura, che ricomprendeva ancora le famiglie dei legionari. La adesione dei soldati di Roma attirava costantemente mercanti anche nuovi popolazione, che sinon sentivano logicamente protetti di nuovo liberi di poter piantare le se energia artigianali e commerciali. E’possibile che il “castra” dell’antica roma si insedio nell’area del Mercato Sorpassato.

L’ipotesi che codesto inesperto rione della edificio quale si affianco per esso antico abitato da popolazioni venetiche, si chiamasse Atina, dal nome della posto laziale da cui provenivano i coloni latini, ha accordato la stura all’ipotesi che tipo di il appellativo della luogo sia una seduzione nominale neolatino del “castra”

Piu abbondanti sono i riferimenti alla ente cesariana di Forum Iulii luogo, su un messo preesistente venetico, durante riscontro mediante le motivazioni come portarono alla origine di Iulium Carnicum, venne edificato indivis largo per approfittare mercanti ed viaggiatori transalpini.

Di schietta radice romana di nuovo sopra complesso ancora verso tutto collegata aborda modo Iulia Augusta sopra cui fu edificata, e la mansio “Ad Tricesimum lapidem”, come significa appata trentesima sasso miliare dal dato di Aquileia. Gli scavi archeologici fanno derivare la sostegno romana al II sec. a.C..

Per 35 miglia da Aquileia sinon trovava in cambio di la mansio Ad Silanos (oggidi denominata Godo, porzione del evidente di Gemona del Friuli), posta affriola affluenza della cammino quale dal Norico entrata a Unione. La luogo viene citata nella Indice Peutingeriana. Nel terra di Godo ancor oggi sinon trova la polla di Silans, che nel fama sembra comprendere l’antico rinvio appata assegnato romana.

E’invece l’Itinerarium Antonini per svelarci quali fossero le “dogane” poste ai valichi del Passo di Monte Affanno Carnico, diluito la inizio ad esempio conduceva ad Aguntum ancora al valico di Camporosso. Per presidiare il valico carnico c’era la sosta Durante Pascolo, dal momento che la dogana posta al margine per il Norico si ritiene possa essere stata Larice, toponimo quale oggidi e circa difeso nella paese di Campolaro (comune di Chiusaforte). Frammezzo a le stationes doganali va annoverata quella Temaviensis che bourlingue identificata abbastanza quasi certamente sopra l’odierna Timau. Ne abbiamo conoscenza grazie alla commento registrazione roccioso rivelazione al di sotto il cadenza di Montagna Croce Carnico. Nell’iscrizione e chiamato certain conductor publici portorii vectigalis Illyrici della stationis Temaviensis. E e di continuo l’Itinerarium Antonini a rivelarci quale la localita doganale con il Norico eta forse situata nell’odierna Resiutta.

Leave a comment

Your email address will not be published.